Come affrontare le difficoltà senza perdere concentrazione.

Affrontare le difficoltà può causare sofferenza. C’è un modo per superare le sfide senza dolore e senza perdere la concentrazione.

Quando sono arrivata al limite massimo della mia mente ho compreso la lezione che la vita voleva darmi. Leggila nell’articolo di oggi e integra un modo di affrontare le difficoltà che ti dia più forza, più leggerezza, più creatività e più Vita!

È utile, oltre che urgente, conoscere un’educazione di qualità, equa e che promuova benessere e opportunità per tutti.  

Continua a leggere…

1. Qual è il tuo modo di affrontare le difficoltà?

Uno dei modi per scoprire la natura di un uomo (o di una donna) è quello di osservalo mentre combatte. Mi riferisco alle sfide della vita, quelle dove serve lo sforzo per crescere. È in questo caso che la vera personalità si rivela. L’altro modo è quando ha molto potere e molta influenza sugli altri.

Quando siamo costretti ad affrontare le difficoltà emerge la nostra vera personalità. Le avversità fanno crollare i costrutti ed emerge la vera natura. 

A Napoli c’è un detto che fa così: “Quann’ ‘o mare è calmo, chiunque è marenaro.”

Tradotto in italiano significa “Quando il mare è calmo, chiunque è marinaio.” Significa che quando le cose sono facili siamo tutti bravi, ma le reali capacità si vedono nei momenti difficili.

Nelle avversità scopri la tua vera essenza. Quindi ti chiedo qual è il tuo modo di affrontare le difficoltà. Guardarti allo specchio ti insegna come evolvere a partire dalle risorse interiori da risvegliare ed esprimere.

Ti congeli per Non sentire il disagio? Scappi? Aggredisci? Triangoli il responsabile (nel senso che dai la responsabilità a una terza persona, seppur estranea alla scena)? Sei razionale fino al blocco delle azioni?

Vediamo insieme un modello di pensieri-azioni evoluto. Leggi il prossimo paragrafo.

2. Affrontare le difficoltà fa crescere una grande consapevolezza: scopri quale.

La prima risposta quando la vita ti costringe ad affrontare le difficoltà può essere la gratitudine: attraversando la difficoltà, a prescindere dal successo o dalle ferite che porterà, ti sarai trasformato.

Che sia una trasformazione che aggiunge (o toglie) saggezza e bellezza dipende solo da te, perchè questo non è automatico bensì richiede impegno su più livelli.

È un modello di pensiero comune arrabbiarsi, offendersi e scoraggiarsi quando è il momento di affrontare le difficoltà.

Nei tempi antichi, prima di combattere, un guerriero meditava per preparare il suo corpo e la sua anima allo scontro. Accettava il proprio destino e si preparava interiormente.

Il senso è che bisogna prepararsi prima di relazionarsi alla difficoltà. Lo stato d’animo con cui ti relazioni a essa fa una grande differenza nella gestione, nel risultato e nel ricordo dell’esperienza.

Ecco dunque la parte interessante da ricordare: ciò che provi dipende da te e Non da ciò che accade all’esterno. Se tu hai rabbia allora rabbia proverai. Se tu hai pace allora pace proverai (anche di fronte le difficoltà!).

Questo dato può essere fastidioso per chi è abituato a trovare un colpevole delle proprie disavventure. Eppure, confido nella bontà di una mente disponibile ad evolvere per accettare il vecchio modello di pensieri-azione e trasformarlo in uno nuovo, allineato alle esigenze del Nuovo Mondo.

Affrontare con questo modello interiore tutte le difficoltà della vita comporta una grande consapevolezza seguita da tantissime altre. Citerò una soltanto, quella che considero la radice di tante altre consapevolezze di cui lascio libera esplorazione per la felicità dei ricercatori della vita, come me.

Ecco, dentro di te c’è una forza sconosciuta che i più audaci rivelano con la definizione di guerriero.

Non perchè sia necessario combattere nella vita (a un livello molto elevato di coscienza Non c’è nessuna lotta e nessuna difficoltà. Si vive benissimo così e Non vedo l’ora possa aiutarti a sperimentalo!)

Fino a quando la parola guerriero è utile in modo sano e proattivo aiutandoti a sentire, alimentare e veicolare la forza che è dentro di te andrà bene citare parole come lotta e difficoltà.

Tuttavia ti auguro di andare a un livello successivo per vivere una vita di una qualità superiore e per questo ti invito a continuare la lettura del paragrafo successivo.

3. Cambia il modo di affrontare le difficoltà in questo modo

La sofferenza è mentale. Quando accessi ciò che ti sta attraversando il dolore cessa di esistere. In altre parole, è la resistenza a creare sofferenza.

Avrai molto probabilmente letto la frase “Ogni cosa viene PER te e non contro di te.”

In questa ottica affrontare le difficoltà diventa una benedizione (e non una punizione).

Accetta ogni prova come un maestro e riconosci il suo insegnamento.

Ecco come puoi affrontare le difficoltà: sviluppa la pazienza di un monaco, la perseveranza di una goccia d’acqua e la purezza di un fanciullo.

In altre parole sii umile e semplice in ciò che fai, sviluppa determinazione e resta autentico.

Vedrai intorno a te tanti guerrieri. C’è il guerriero che trasforma l’orgoglio in umiltà. C’è il guerriero che non smette mai di credere in qualcosa di migliore. C’è il guerriero che cura la famiglia e il lavoro. C’è il guerriero che porta il bene nella società.

Più queste persone affrontano le difficoltà più diventano consapevoli della loro forza e cambiano la prospettiva dal vecchio modo di pensare al nuovo, dal controllo al fluire.

La differenza è nella conoscenza. L’ignoranza ti fa esistere su un livello di realtà dove credi di dover lottare e ti difendi dinanzi a mille pericoli.

La conoscenza rende la vita semplice, piacevole e una scoperta continua di altri piani, altri livelli, altre verità dell’esistenza.

Da oggi in poi quindi non scappare dalla difficoltà, a prescindere da quanto dolore provi. Accogli il dolore, ascoltalo, elevalo.

E sperimenterai la chiave di tutto: l’amore.

Ecco la forza di cui ti parlavo prima, che fa vincere tutte le battaglie. E non dobbiamo fare nulla per trovarlo, solo eliminare le paure che lo imprigionano.

L’aspetto sorprendente è che con questa visione della realtà la concentrazione aumenta, migliorano i risultati a partire dalla creatività e migliora tutta l’esperienza.

Se guidi una squadra e vuoi elevare la qualità dei risultati e la qualità delle relazioni puoi chiedermi una collaborazione cliccando su questa pagina web in cui ti spiego nei dettagli in che modo posso migliorare la tua (e la vostra) esperienza di vita totale.

Tanta Luce!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram

“Chi desidera vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare la pioggia.”

Paulo Coelho

Commenti

“Mi piace molto leggerti sei una vera guerriera dai forza e trasmetti la tua energia vorrei evolversi e pensare di più a ciò che voglio io se guardo indietro sono stata sempre in balia degli altri.”

“Sono felice di leggere che hai preso elementi di riflessione dall’articolo. Non arrenderti mai e fai di ogni prova un tesoro. Continua così!”

“Bellissimo Mariacristina ti seguo e sei fantastica perchè inviti a diventare una combattente di vita e a non arrendersi alle difficoltà, in effetti se non ci arrivano le prove come potremmo elevarci nella crescita?”

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dott.ssa Mariacristina Palmiero

Ricercatrice indipendente nel settore delle discipline olistiche. Il mio scopo, attraverso la ricerca e l'insegnamento è quello di risvegliare la coscienza delle persone, elevarne il livello e creare una nuova umanità.