Taglia il laccio col desiderio di approvazione.

Se vuoi ricominciare nella tua vita o se Non sei riuscito a realizzare un grande obiettivo porta consapevolezza sul desiderio di approvazione. 

Oggi ti parlo di qualcosa che va oltre il mindset e che quindi ha un impatto ancora superiore.

Tutti noi abbiamo la spinta a migliorare la nostra vita. Non c’è niente di strano del desiderare a patto che Non sia una fuga dalla propria realtà.

In quest’ultimo caso prima devi risolvere gli irrisolti della tua vita e poi puoi avere un nuovo inizio. Così facendo agirai per ispirazione e Non per sofferenza. Se agisci per ispirazione i tuoi risultati saranno di grande qualità.

Non c’è niente di impossibile. Può sembrare impossibile concretizzare un nuovo inizio o un grande sogno eppure ti dico che la strada c’è ed è anche ricca di bei doni, man mano che avanzi.

Ebbene si, in cambio della tua disponibilità a riconoscere schemi interiori limitanti e uno stile di vita di bassa energia riceverai qualcosa che va oltre le tue aspettative e che riempirà il tuo spirito di benessere, gratitudine e senso di connessione.

Si parte dal trovare la propria autenticità seguendo quel filo luminoso con rispetto, curiosità e gioia.

Prendi carta e penna, perchè all’interno dell’articolo troverai degli esercizi di trasformazione che ti libereranno da meccanismi invisibili fastidiosi a cui Non avevi pensato prima.

Voglio aiutarti a essere libero/a di camminare verso il tuo sogno, da cui ti senti richiamato. Non è mai troppo tardi per osare essere felice.

1. Riconosci il desiderio di approvazione per rinascere al nuovo te.

È frizzante l’energia di chi vuole realizzare un intento. Nella fase iniziale l’entusiasmo è così elevato da essere contagioso.

Ma cosa succede dopo la fase iniziale? Quali altri stati d’animo vivi quando incontri la prima difficoltà?

Dubbi? Sconforto? Pessimismo? Tutto ciò alla fine ti fa rimandare.

La difficoltà è parte del percorso. Superarla o meno sta nel modo in cui percepisci la difficoltà.

Se pensi che la difficoltà sia l’elemento che ti serve per forgiare la tua nuova identità hai vinto! Guarda verso il cielo e benediciti perché “qui” sei davanti LA porta giusta di cui tu devi diventare LA chiave.

È chiara la portata dell’evento? Se la risposta si allora sii felice della difficoltà.

Non ti è chiaro? Ecco un esempio sulla malattia: se tuo figlio sta male vuoi che i medici ti dicano quale patologia ha per affrontarla, eppure questo alcune volte non accade: i genitori vanno da più medici per riuscire a “scoprire” cos’ha il figlio.

Sapere esattamente il problema ti permette di mettere il focus sulla soluzione.

Quando sai qual è la difficoltà puoi realizzare il tuo intento, che passa attraverso l’essere un nuovo te.

Chi è questo tuo nuovo te stesso se non la versione un po’ più autentica di te? 

Una coscienza più espansa è una personalità più evoluta. L’autenticità è un percorso, Non una meta.

Se Non hai mai considerato la difficoltà come una benedizione in incognito è tempo di iniziare!

E soprattutto ricorda che la difficoltà superata ti permette di essere la nuova e migliore versione di te, più vicina alla realizzazione del tuo sogno.

Esiste uno schema di creazione, ed esiste uno schema per rendere la tua creazione durevole nel tempo. Se sei interessato sappi che ne parlo in uno dei corsi del programma COCOLI, per le aziende puoi cliccare qui, per le scuole puoi cliccare qui. 

2. Alla ricerca del tesoro perduto.

Solo chi vuole incontrare il proprio autentico Sè è in grado di percepire la potenza dell’intento stesso.

Esprimere se stessi è un traguardo sacro raggiunto attraverso un viaggio profondo che obbliga la distruzione dei tuoi tanti piccoli “io” nati dalle influenze esterne (quindi da scelte inconsapevoli) e radicati attraverso la ripetizione.

Non è per tutti il viaggio dell’anima, e non tutti comprenderanno profondamente il senso della ricerca interiore.

È per chi sente una Fiamma dentro di sè che vuole far ardere forte, decisa, chiara.

È per chi Non ha paura di andare oltre le illusioni di questa dimensione 3D.

Non ha dunque niente a che fare con pensieri di convenienza, paura e re-azione a ciò che sta accadendo nel mondo. Non nasce dall’esterno, è la chiamata NATURALE che nasce dall’interno come un fiore reagisce alla luce del sole.

Il tesoro perduto si rivela man mano attraverso tanti piccoli risvegli, frutto di ricerca introspettiva sincera, umile e costante. Si tratta dunque di un vero e proprio viaggio dell’eroe/eroina dove il protagonista si rende responsabile di tutta la sua realtà passata, presente e futura.

Soprattutto adesso si svela un bisogno sempre più forte di scoprire se stessi e di manifestarsi. La chiamata all’autenticità sta “bussando alla porta” dei più coraggiosi per poi coinvolgere sempre più persone.

Non è semplice guardare dritto negli occhi della Verità. Codesta Luce è così pura, così intensa, così forte che i nostri occhi non la reggono a prima vista, essendo noi abituati a vivere nel buio.

Ebbene si, siamo nella fase storia più buia dell’umanità. Nella cultura vedica viene chiamato Kali Yuga.

[“E’ l’epoca in cui viviamo oggi, l’Era del Ferro, iniziata circa cinquemila anni fa. In questo tempo il degrado è rapido e continuo, come enormemente ridotta è la durata della vita in confronto alle ere precedenti. Materialista e spiritualista convivono nello stesso individuo, costringendolo ad una lotta interiore senza fine.” (Fonte: www.riflessioni.it/cultura-vedica/kali-yuga.htm)]

Sei pronto per “saltare” nell’Età dell’Oro dove puoi creare la tua realtà desiderata? Che tu debba rinascere o proseguire il cammino è lo stesso, ti servirà sempre un elemento chiave: la totale responsabilità di te stesso.

3. Come lasciar andare il desiderio di approvazione e la paura della disapprovazione. Sii libero di essere te stesso.

Entriamo nel pratico. Prendi carta e penna. Negli ultimi tempi le energie della terra conducono a un lavoro introspettivo di pulizia. In particolare, siamo chiamati a “togliere il prosciutto dagli occhi” e dunque a renderci conto che siamo noi i responsabili della realtà che viviamo.

Ciò che pensiamo, proviamo e facciamo e, ciò che Non pensiamo, Non proviamo e Non facciamo hanno un impatto nella creazione della nostra realtà (e su quella degli altri, perchè siamo interconnessi).

Questo significa che Non possiamo più delegare il fallimento o il successo a nessun’altra persona al di fuori di noi.

Oggi ti aiuto a liberarti da ciò che ti impedisce di creare e che è allineato alla nostra identità, come ti ho accennato nei paragrafi precedenti.

Considera attentamente questo punto: per realizzarti devi essere libero dal giudizio degli altri. In altre parole, devi essere autentico.

Come puoi essere autentico se in te abitano delle corde invisibili che ti manipolano e tu ancora Non lo sai?

L’unica cosa che sai è che la realtà che desideri Non si è ancora manifestata!

Bene, se sai già che il mondo invisibile è il 95 % di ciò che esiste e che dunque ha un impatto maggiore nella creazione avrai già preso carta e penna per fare, adesso, una trasformazione.

Esercizio numero 1:

  1. Scrivi il nome della persona che ti ha dato attenzione e approvazione quando ne avevi bisogno.
  2. Scrivi il tipo di personalità che hai dovuto assumere per ottenere la sua approvazione.
  3. Scrivi quali credi siano i bisogni di quella persona che ti hanno fatto comportare in quel modo.

Mentre quella persona proietta le sue aspettative tu indossi una maschera per soddisfarle. Osserva la tensione che c’è tra voi due e poi lascia andare quella tua vecchia personalità per esprimere la tua autentica natura.

Esercizio numero 2:

  1. Scrivi il nome della persona che ti ha disapprovato.
  2. Scrivi il tipo di personalità che hai assunto per evitare quella disapprovazione.
  3. Scrivi quali credi siano i bisogni di quella persona che ti fanno comportare in quel modo.

Mentre quella persona proietta le sue aspettative tu indossi una maschera per soddisfarle. Osserva la tensione che c’è tra voi due e poi lascia andare quella tua vecchia personalità per esprimere la tua autentica natura.

Sii libero di camminare verso il tuo sogno, ossia ciò da cui ti senti richiamato.

Sai, quando si toccano argomenti come l’identità, le paure o le speranze bisogna essere delicati.

Lascia andare ogni giudizio che la mente può averti fatto emettere.

Perdona ogni errore, ogni blocco e ogni laccio che ti ha tenuto dipendente da qualcuno o da qualcosa.

Oggi conosci qualcosa in più dell’infinito mondo invisibile. Premiati! 

Quando aiuto le persone a “spogliarsi” della precedente personalità li invito prima a comprendere il valore di ciò che stanno facendo.

Anche tu, fallo per ricordare CHI SEI… al di là di ciò che si vede.

Anche tu, fallo per portare la sacralità in tutta la tua vita, e vivere felice.

Fai diventare la sensibilità il tuo modo di vivere. Puoi leggere l’articolo “Accetta la tua sensibilità per essere una risorsa preziosa per il mondo.”

E, se ti interessa saperne di più di te stesso, della creazione, del Nuovo Mondo e della felicità puoi approfondire in questo link.

“Aver bisogno di essere approvato è come dire: vale più il tuo concetto su di me dell’opinione che ho di me stesso.”

WAYNE W. DYER

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dott.ssa Mariacristina Palmiero

Ciao! Sono Mariacristina Palmiero, autrice di corsi di evoluzione e leader nei settori della medicina olistica e delle risorse umane.