PERCORSI DI GUARIGIONE: la malattia è una possibilità evolutiva.

l'occhio dell'anima

<< Percorsi Di Guarigione >> vede con armonia e pace i due modelli di medicina come i due lati della stessa medaglia, essi esistono insieme da sempre: medicina orizzontale e medicina verticale, fenomenologia e simbolismo. E’ possibile e doveroso ripristinare questo filo invisibile che li unisce, per il successo e il beneficio di tutti gli esseri e per la vittoria della Madre Medicina.

Crede fortemente nella vittoria comune in tutti gli aspetti della vita: “Si vince veramente quando si vince insieme”. E, “insieme” è fatto di un NOI che diventa quindi UNO.

Così come la Natura si prende cura di noi svolgendo la funzione di medico, così ogni persona nel prendersi cura di un altro è un piccolo guaritore, perché offre una cura di cui si abbisogna in quel momento e << Percorsi Di Guarigione >> cerca continuamente di offrire una maggiore profondità di questo sguardo.

In virtù di questa dinamica impossibile da fermare perché viaggia sulla stessa lunghezza d’onda della Verità, che appartiene alla Natura, nessuna persona potrà più essere esclusa dalla propria responsabilità, perché ognuno porta sempre con sé la propria medicina: l’ESSERE.

Il sistema dei valori “FARE – AVERE – ESSERE” sta vivendo un dibattito sempre più acceso causato dalla naturale esigenza di una massa sempre più preponderante di persone richiamate da un anelito di spiritualità nella vita e anche nel campo della medicina.   

Tuttavia, il sistema medicale unificato non è così semplice da attuare come appare: servirà un linguaggio nuovo in grado di unire il nuovo e il vecchio.

Allo stesso tempo curare non è così banale: il sistema della malattia/guarigione vede una scala chiara di cristallizzazione dell’energia che prende una precisa forma nel corpo. Una “carezza” superficiale dunque non potrà mai cambiare il destino di una persona.

Sono necessarie grandi competenze e anche un grande intervento da parte di entrambi i settori medicali per una guida completa e reale per il paziente durante l’andamento della guarigione.

Se prima non si curava affatto la relazione del malato con la malattia, da oggi in poi non deve mai essere fatto l’errore che basti l’aspetto bioenergetico per curare.

Inoltre, serviranno braccia volenterose, serviranno tecnologie strumentali nuove, serviranno brevetti nuovi, serviranno menti nuove. E alla base di tutto questo, serviranno molti cuori coraggiosi che hanno intravisto nell’Intelligenza di Dio abbondanza per tutti.

<< Percorsi Di Guarigione >> osserva l’essere umano attraverso tre studi di medicina, scientifica ed olistica, rappresentati da affermatissimi medici ricercatori le cui ricerche contano insieme più di 100 anni e numerose pubblicazioni.

Al di là di essi, centinaia di migliaia di altri studi dimostrano la validità e l’impatto dei mondi invisibili, come un pensiero o un’emozione, sul corpo, materia visibile. Il motore di ricerca internazionale PUBMED può dimostrare l’impegno appassionato e costante dei ricercatori fisici, biologi, medici e di tutte le categorie di ricerca.

<< Percorsi di Guarigione >> vuole dare il suo contribuito attraverso tre punti:

  1. L’integrazione dei tre studi di medicina per una fortificazione dei messaggi mettendo le radici delle loro esperienze in un unico terreno.
  2. L’approfondimento, in scala ordinata, dell’essere umano, il portale di 8 dimensioni: TERRA, ACQUA, FUOCO, ARIA, SUONO, LUCE, PENSIERO, AKASHA.
  3. L’approfondimento dell’asse psico-energetico che aiuta a individuare come ripristinare l’equilibrio interno la cui armonia crea salute e la cui disarmonia crea malattia.

<< Percorsi Di Guarigione >> si impegna anche attraverso il monitoraggio del decorso della malattia attraverso strumentazione medicale per assicurare ancora una volta passione profonda e concretezza.

Interpretazione della malattia e guarigione secondo i << Percorsi Di Guarigione >>

Da uno studio decennale di medicina olistica e semi di fisica quantistica attraverso vari autori e medici, tra cui il mio docente medico psicoterapeuta Ruediger Dahlke e il suo caro amico Thorwald Dethlefsen, sono giunta a conclusione che la coscienza rappresenta l’informazione e si rende visibile attraverso il corpo. La coscienza si comporta nei confronti del corpo come un programma radiofonico nei confronti di chi lo capta.

I cari insegnanti medici olistici hanno insegnato e insegnano tutt’ora il valore della malattia, correggendo gli errori compiuti in passato attraverso una rivisitazione più ampia che abbraccia una visione orizzontale e una visione verticale della medicina, proponendo questo linguaggio, che aiuta e libera, per il beneficio di tutti gli esseri:

poiché la coscienza costituisce una qualità non materiale, autonoma, non è naturalmente un prodotto del corpo e non dipende dalla sua esistenza. Invece, qualunque cosa avvenga nel corpo di un essere vivente è l’espressione di un’informazione corrispondente, ovvero di una condensazione di un’immagine corrispondente, di un’idea. Quando le varie funzioni del corpo interagiscono in un determinano modo armonico si crea un modello che noi chiamiamo salute. Se una funzione esce dai binari, c’è disarmonia e parliamo di malattia.

Malattia significa dunque messa in discussione di un ordine interiore che fino a quel momento era stato in equilibrio (ma in un secondo momento sarà chiaro come essa sia l’inizio della guarigione) e che si manifesta nel corpo sotto forma di sintomo, e ha soltanto un fine: farci guarire.

La disarmonia avviene nella coscienza sul piano dell’informazione e si mostra nel corpo. Il corpo quindi è espressione e realizzazione della coscienza e di tutti i suoi processi e mutamenti.

Non si può più affermare che il corpo è ammalato, solo l’uomo può essere ammalato e questo “male” si rivela nel corpo sotto forma di sintomo. Come un corpo senza coscienza non può vivere, allo stesso tempo senza coscienza non può ammalarsi.

Se in una macchina si accende una spia sarebbe sciocco eliminare la lampadina, allo stesso modo i << Percorsi Di Guarigione >> propongono una medicina che vuole prendersi cura dell’interpretazione del sintomo (che colpisce il piano fisico – il corpo)  come un segnale del piano della coscienza.

Un sintomo quindi non è un disturbo da far sparire il più presto possibile, da lottare attraverso farmaci e asportazioni di organi senza prendersi cura dell’anima. Il sintomo quindi dà segnali e informazioni, in quanto interrompe, manifestandosi, il corso naturale della nostra vita e ci costringe a dargli importanza attraverso attenzioni e tempo.

Comprendere la differenza tra malattia e sintomo cambia di colpo l’atteggiamento dell’essere umano e il suo rapporto con la malattia. Non lo considera un nemico, non lo combatte nè vuole distruggerlo, ma al contrario scopre nel sintomo un compagno che può aiutarlo a scoprire cosa gli manca e a superare la malattia vera e propria. Il sintomo diventa un’insegnante che ci aiuta a occuparci della nostra personale evoluzione e presa di coscienza.

Non ascoltare e non capire non fa sparire i sintomi. Se abbiamo il coraggio di ascoltarli e di entrare in comunicazione con loro diventano dei bravissimi maestri sulla via che porta alla vera guarigione.

Qui c’è la differenza tra lotta alla malattia e trasmutazione della malattia. La guarigione nasce solo da una malattia trasmutata e mai da un sintomo vinto, perché la guarigione presuppone che l’uomo diventi più sano, cioè più integro, più perfetto.

<< Percorsi Di Guarigione >> ha un risvolto coscienziale ed anche medicale, la cui visione viene presentata in questo seguente articolo: 

Percorsi Di Guarigione: ritratto del secondo turno dell’evoluzione personale.

Le domande sono tante quando in gioco c'è la propria vita, e puoi utilizzare questo modulo in basso per porre le tue.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mariacristina Palmiero

Mariacristina Palmiero

Sono Mariacristina Palmiero e aiuto le persone a realizzarsi attraverso la Guarigione. Siamo abituati a pensare che la malattia sia qualcosa di materiale, ma in verità Componenti Invisibili hanno un impatto su tutto il nostro Essere, includendo la parte più Visibile di noi: il CORPO.

Scopri di più su di me

Articoli recenti